Tradurre temi di WordPress: come fare

tradurre temi di wordepress

Come tradurre temi di WordPress grazie a Poedit

Quante volte avete avuto bisogno di uno strumento semplice da utilizzare per la traduzione di un tema utilizzato per il vostro blog o sito?

Ecco per voi una breve guida per permettervi di riuscire a tradurre tutti i temi di WordPress, non disponibili in italiano, grazie al programma Poedit.

Prima di iniziare bisogna specificare qualche punto.

Nonostante WordPress sia disponibile in numerose lingue, molti temi che esso utilizza non sono quasi mai presenti in lingua italiana. E’ comunque possibile tradurre un template, ma solamente se questo è caratterizzato dall’esse un tema “Translation-Ready“. Un tema viene definito Tranlation-Ready nel momento in cui è stato creato per essere facilmente traducibile, ed include, di conseguenza, un file in formato .pot, ovvero Portable Object Template. I file .pot sono una sorta di modelli base per la successiva traduzione, e infatti contengono tutti i testi che caratterizzano il tema.

Uno dei programmi più semplici e utili per realizzare la traduzione è il sopra citato Poedit. Poedit è uno strumento che consente di creare, a partire dal file .pot del tema, i file .po e .mo che invece includono la traduzione delle pagine.

Dopo averlo installato, aprendo il programma è possibile creare una nuova traduzione con un tasto apposito. A questo punto occorre trovare e selezionare il file in formato .pot all’interno del pacchetto del template, in cui si trova, solitamente, la cartella Languages.

Dopo aver selezionato il file, occorre impostare la lingua di destinazione della sua traduzione, ovvero l’italiano se si desidera tradurre il tema nella nostra lingua, che può essere scelta attraverso un apposito menù a tendina.

Per tradurre, basta selezionare la stringa di testo che si desidera e digitare il testo corrispondente, in italiano, nell’area sottostante, denominata “Traduzione“.

Per aiutare l’utente nella traduzione del tema, Poedit mette a sua disposizione anche una serie di suggerimenti utili al lato, nella parte destra del pannello.

Alla fine della traduzione, bisogna salvare il file in due versioni: una è la .po mentre l’altra e .mo; per il formato .po è sufficiente salvare e basta, poiché è il formato con cui si sta lavorando. Per quanto riguarda l’altro formato,  nel momento in cui si effettua il salvataggio, bisogna selezionare l’opzione “Compila in .mo“. Entrambi i file, alla fine del procedimento, dovranno essere caricati nella cartella Languages all’interno dello spazio server.

Il tema risulta, a questo punto, tradotto in italiano.